Prenotare direttamente conviene

  • - Miglior tariffa garantita
  • - Wi-Fi senza limiti
  • - Sconti per traghetto e noleggio auto
  • - Politiche di cancellazione flessibili
  • - Kit di benvenuto*
* per soggiorni di minimo 7 notti
Booking online by Hotel.BB

Dettaglio Escursione

tour estivo consigliato sud sardegna

TOUR FLY AND DRIVE (estate)   SARDEGNA COSTA SUD-EST/OVEST

1° GIORNO: arrivo a Cagliari, ritiro auto dall’aeroporto di Elmas, trasferimento all’Hotel Califfo per la

sistemazione. Pranzo. Nel pomeriggio prima visita fugace della città di Cagliari.  Aperitivo sul Bastione di
San Remy: è una delle fortificazioni più importanti di Cagliari, situata nel quartiere Castello.  Nella sua
sommità potete trovare due bar molto carini con tavolini e sedie all’aperto con panorama sulla città di
Cagliari.   Consigliamo una passeggiata panoramica sulle mura della città ed una lenta discesa verso il
quartiere Marina.  In questo ultimo sito si può andare alla ricerca del locale più adatto ove cenare : potrete
scegliere tra decine di locali vicini tra loro.  Troverete la trattoria come il ristorante, sia tipico che
standard e tante varietà di specialità gastronomiche cagliaritane.  Consigliamo, ovviamente, menù di pesce e
da non perdere la “fregola con arselle”.  

2° e 3° GIORNO: colazione e spiaggia.  Subito al  Poetto (in sardo Su Poettu) è la principale spiaggia di
Cagliari che si estende per circa otto chilometri, dalla Sella del Diavolo sino al litorale di Quartu
Sant'Elena.   La spiaggia offre l’ambiente più idoneo alle vostre esigenze.  Ragazzi palestrati possono fare
la loro bella figura alla  “1a fermata”  mentre i surfisti a “Marina Piccola”.  Le famiglie con bambini
prediligono la zona di Quartu e le ragazze “snob” vanno al Lido.  La spiaggia è molto grande e potrete trovare
quello che cercate;  dalla tranquillità alla musica, dall’affollamento alla solitudine.  Una grande pista di
jogging unisce tutta la spiaggia e si affolla nelle ore meno calde.

Sera: visita della città di Cagliari ad iniziare dal quartiere Castello  . Il quartiere si sviluppa sul
classico schema detto a fuso, caratterizzante diversi quartieri e città di origine medioevale, con la cinta di
mura e torri che stringe il nucleo abitato in corrispondenza delle estremità nord e sud. Le due estremità del
Castello sono collegate tramite lunghe e strette strade, a loro volta connesse da vicoli e scalette.   Cercate
qualche bar panoramico, ve ne sono diversi, e sorseggiate un Mirto godendovi lo spettacolo del Golfo degli
Angeli.

4° GIORNO: colazione e partenza per Villasimius.  Come raggiungere Villasimius ?  Ma in gommone naturalmente !
  A soli 500 mt dall’ Hotel Califfo potrete noleggiare un gommone senza patente e dirigervi in sicurezza verso
le coste di Villasimius.  Perché in gommone?  Evitate il traffico, non avrete problemi di parcheggio, ma
soprattutto lungo il tragitto potrete fermarvi e godere delle splendide spiagge lungo costa:  Is Mortorius,
Mari Pintau, Geremeas, Solanas, e Capo Boi, vi attendono !  Pranzo al sacco e crema solare .   
In alternativa potrete raggiungere Villasimius in auto lungo la strada panoramica a soli 25 km dall’Hotel.  
Rientro e Cena all’ Hotel Califfo.

5° e 6° GIORNO: colazione e partenza per l’Hotel Sant’Angelo www.santagelohotel.it .  Attraverso la strada
panoramica 125 (Orientale Sarda) sarete rapiti da incantevoli paesaggi boschivi e suggestive rocce granitiche
.  Nel ristorante dell’Hotel potrete gustare i tipici piatti sardi e vivere una atmosfera immersa nella natura
della Sardegna più selvaggia ma a soli 15 minuti da spiagge bellissime.
Consigliamo di andare subito a visitare le piagge di Feraxi e Colostrai.  Che spettacolo !  Anche in pieno
Agosto potrete trovarvi in una spiaggia deserta.  Quando avete finito di fare i Robinson Crosuè,  
rifocillatevi con una pizzetta da Gennaro sulla spiaggia di Feraxi.
Ogni spiaggia ha le sue caratteristiche;  scoprite Costa Rei, Cala Pira, Lo scoglio di Peppino, Capo Ferrato.  
  Cena e pernottamento all’ Hotel Sant’Angelo.

7° GIORNO: colazione. Partenza per  Teulada su strada panoramica verso Sant’Antioco e Calasetta. Arrivo
all’Hotel Stella del Sud e sistemazione in camera. La  “Spiaggia Grande” è proprio sotto la vostra camera da
letto.  Dovrete pigramente avvicinarvi scansando qualche ginepro secolare e poi sdraiarvi placidamente in una
delle più belle spiagge dell’Isola.  Non riuscite a stare fermi ?  Snorkeling, Surf, giro in barca a vela …
godete della Sardegna.
Pomeriggio libero, consigliamo passeggiata lungo la costa.  Cena e pernottamento all’Hotel Stella del Sud di
Calasetta, drink di benvenuto con vernaccia.

8° GIORNO: colazione e partenza per l’Isola di San Pietro (25 min. di traversata), L'isola è di origine
vulcanica. I 18 km di costa dell'isola sono prevalentemente rocciosi, nella parte occidentale e
settentrionale, vi si trovano alcune grotte, insenature, falesie e piscine naturali con poche e minuscole
spiagge. La costa occidentale a picco che affronta il mare aperto è dominata dal Faro.  Visita di Carloforte
ridente cittadina e unico centro abitato dell'isola. Colonizzata dai profughi giunti da Tabarca. Gli abitanti
di Carloforte conservano ancora intatto il dialetto dei loro avi liguri che per il comune passaggio nell'isola
tunisina di Tabarka è detto tabarchino. I suoi abitanti partirono nel 1542 da Pegli, giungendo da Pegli e dai
vicini paesi della riviera ligure, si insediarono sulla costa tunisina nell'isolotto di Tabarka nei pressi di
Tunisi, dove pescarono corallo e si dedicarono a traffici e commercio. Nel 1738 i Tabarchini, chiesero al re
Carlo Emanuele III di Savoia di colonizzare l'isola di San Pietro, allora deserta, negli ultimi anni a Tabarka
era diminuito il corallo, e continue erano le loro disavventure politico-commerciali con i diversi rais
governanti i territori del Nord Africa. Per questo motivo, stanchi di queste vessazioni, chiesero al re sardo
un luogo dell'isola utile a continuare in tranquillità i loro traffici. Tale scelta cadde sull'isola degli
sparvieri (poi detta di San Pietro), territorio più vicino alla prosecuzione dei loro commerci con Tabarca,
soprattutto in spezie e stoffe pregiate.
Noleggiate uno scooter e fate il giro dell’Isola di San Pietro,  cercate le piscine naturali di roccia
vulcanica ove le onde marine non riescono ad entrare e fate un bel tuffo nel blu.
Consigliamo un assaggio delle specialità gastronomiche carlofortine, in particolare non potete perdervi il
Cas-cas  ed il tonno.  Rientro all’Hotel Stella del Sud , cena e pernottamento  in hotel.

9° GIORNO: colazione. In Estate in grotta fa fresco ! Visita alle cavità naturali di “Is Zuddas” nei pressi di
Santadi.  La cavità si sviluppa all’interno del Monte Meana, un massiccio costituito da rocce dolomitiche
molto antiche risalenti a 600 milioni di anni fa. La grotta, ancora in attività, fu scoperta dagli speleologi
nel 1971 ed è considerata la più antica del Pianeta.[1].   Su un percorso di 500 metri si possono ammirare
imponenti concrezioni, stalattiti e stalagmiti, colonne, stalattiti a formazione tubolare, cannule e
soprattutto le rare aragoniti aghiformi, concentrate in una unica sala e chiamate dagli speleologi fiori di
grotta.[2] Questi ciuffi di cristallo bianco si sviluppano in ogni direzione (contro la legge di gravità) in
spettacolari formazioni filiformi, rendendo unica la grotta.
Rientro all’Hotel Stella del Sud e meritato tuffo in spiaggia !

10° GIORNO: colazione. Escursione verso le coste dell’antichissima zona mineraria di Nebida e Masua con
panoramica sul faraglione “Pan di zucchero” e “Porto Flavia”.  In Località Masua - Nebida-Iglesias (Ca).  Si
tratta di una ardita ed avveniristica soluzione tecnica ai trasporti marittimi dei minerali prodotti nella
zona.  Visitare la miniera è affascinante;  sarete assistiti da veri ex minatori su un percorso facile e conturbante
nello stesso tempo.
Vogliamo perdere Cala Domestica ?  Fuori i costumi da bagno e tuffo in uno dei luoghi più suggestivi della
Sardegna.  
Rientro all’Hotel Stella del Sud , cena e pernottamento  in hotel.

11° GIORNO:  partenza

Si tratta di un tour esemplificativo del Sud Sardegna.  In Sardegna c’è tanto sole e tanto mare, ma non solo.  
Abbiamo cercato di abbinare la storia con la natura e le coste con l’interno.  E’ un tour che consente di
“capire” la Sardegna ed il turista che lo effettua potrà con soddisfazione pensare di aver avuto la
possibilità di verificare sul campo le caratteristiche peculiari di questa grande isola.  Soprattutto si
renderà conto delle grandi differenze che esistono all’interno dell’isola, sia sociali che ambientali e
marine.
Il tour va effettuato con auto propria o a noleggio; i trasporti interni non sono molto sviluppati nell’isola
e non consentirebbero questo tipo di vacanza.  E’ consigliabile premunirsi con una buona carta geografica
oppure un apparato gps.   
Il tour è molto breve e serve soltanto come esempio, da certi posti non vorrete più andar via e vi farebbe
piacere che la vostra vacanza durasse il doppio.  E’ una buona occasione per ritornare con entusiasmo in
Sardegna.  Il Sud Sardegna è poco turistico, è naturale, accessibile ed in molti posti ancora intatto.  Questa
non è una vacanza da club mediterranee, questa è una vacanza che vi consentirà di sentire la Sardegna intorno
a voi, di vedere,  capire e godere di questa isola fantastica al centro del Mediterraneo.
Siamo a Vostra disposizione per suggerirvi quanto di meglio per rendere la vostra vacanza indimenticabile.

 

 

tour estivo consigliato sud sardegna

Ritorna all'elenco delle escursioni